Help online

COMPILAZIONE DELLA MODULISTICA

Come si accede al Servizio di Compilazione On Line (ROL)?

La compilazione online delle domande è possibile accedendo al servizio di compilazione utilizzando le credenziali già in possesso dell'Ente o in caso di prima istanza procedendo con un nuovo accreditamento.

Dove trovo le istruzioni per la compilazione?

È disponibile una Guida alla Compilazione (http://www.fondazionecariverona.org/wp-content/uploads/2017/08/richiesta_di_contributo_online_guida_alla_compilazione.pdf) che illustra in sintesi le principali azioni da svolgere per una corretta presentazione di un'istanza di contributo.
Lo stesso servizio di compilazione in alcuni casi prevede una serie di help on-line, identificati dal simbolo "?" posto in prossimità dei campi da compilare, che agevolano l'utente nella compilazione.
La Fondazione ha istituito un servizio di help-desk di assistenza tecnico: Il servizio riguarda esclusivamente problematiche di carattere tecnico/informatico ed è raggiungibile via e-mail [email protected] o telefonica 051/ 780397.

Mi sono registrato e mi viene richiesto il completamento dell’accreditamento dell’Ente. Tale operazione deve essere fatta in un’unica soluzione o posso interrompere e completare la compilazione in fasi successive ritrovando i dati già inseriti?

L’operazione di accreditamento deve essere necessariamente fatta in un’unica soluzione, ivi compreso l’upload dei documenti obbligatori. NB: Se durante l’accreditamento si esce dal servizio di compilazione senza aver concluso l’iter, i dati inseriti non saranno salvati.

Ho completato l’accreditamento. La compilazione della domanda di contributo e il caricamento degli allegati deve avvenire in un’unica soluzione o posso iniziare la compilazione e completarla in fasi diverse?

È possibile rientrare nel portale utilizzando i propri username e password quante volte si desidera prima di completare la richiesta e chiuderla per l’invio alla Fondazione. Vi consigliamo anzi di compilare la richiesta con la massima cura, allegando tutti i documenti necessari.

Ho iniziato a compilare una richiesta, ma ho scordato la password. Come posso recuperarla?

Accedendo all’ambiente ROL è possibile recuperare la password di accesso inserendo l’indirizzo e-mail utilizzato come user-id.

I bandi prevedono orari di scadenza differiti. Cosa significa?

Il bandi prevedono un’unica data di scadenza, ma con due orari distinti. Le ore 17.00 per accedere in compilazione al modulo di richiesta di contributo e le ore 23.59 per poter concludere la compilazione e l’inoltro dell’istanza con tutta la documentazione allegata richiesta, ivi compreso il modulo debitamente sottoscritto dal Legale Rappresentante. Naturalmente questa secondo orario è valido solo per chi abbia attivato una richiesta on-line prima delle ore 17.00 della data di scadenza.

Va in ogni caso evidenziato che dopo le ore 17.00 non è più attivo il servizio di help desk tecnico; per cui eventuali problemi dovessero insorgere in tale orario non potranno trovare assistenza.

È infine sconsigliato concentrare l’attività di compilazione e di inoltro delle istanze nel giorno e nell’orario prossimo ai termini previsti in quanto si potrebbero riscontrare rallentamenti o disservizi dovuti all’eccessivo traffico presente.

Alcuni campi del modulo non sono obbligatori: è opportuno comunque compilarli?

Se con la compilazione di tali campi vengono fornite informazioni utili ad una più completa comprensione del progetto, naturalmente sì. È invece perfettamente inutile inserire frasi generiche o riconfermare quanto già inserito in altri campi.

Nella parte riservata all'indicazione del costo complessivo del progetto e dei costi in dettaglio, devo indicare gli importi lordi o al netto di Iva?

Nel piano dei costi vanno indicati i costi al netto di Iva solo se la stessa è detraibile per il soggetto richiedente, in caso contrario andranno inseriti i costi lordi.

Come faccio a sapere se ho compilato correttamente la modulistica?

Il sistema verifica le informazioni inserite prima di inviare definitivamente la richiesta. Nel caso di errori, la richiesta non può essere chiusa e vengono segnalati i campi da correggere/completare.

Il sistema verifica esclusivamente che siano state compilate le singole voci dei campi obbligatori: non vengono naturalmente verificate la correttezza delle informazioni inserite nonché la completezza e la leggibilità degli allegati caricati. Tali adempimenti restano in capo dell’Ente richiedente.

Le copie dei documenti da allegare all’istanza di contributo devono essere autenticate?

No, non è necessario.

Come funziona il caricamento degli allegati?

  • E’ obbligatorio allegare i documenti richiesti in formato esclusivamente digitale, tramite un semplice sistema di upload:
  • l’unico formato accettato è il pdf;
  • ciascun allegato deve avere dimensione non superiore a 5MB; al fine di contenere le dimensioni dei file, i documenti potranno essere scannerizzati in bianco e nero ad una risoluzione massima di 200 dpi;
  • occorre aver cura di controllare che il documento caricato come allegato contenga tutte le pagine necessarie e che le stesse siano leggibili;
  • eventuali allegati particolari le cui dimensioni eccedono i limiti di sistema, qualora ritenuti importanti per la descrizione del progetto, andranno trasmessi/consegnati materialmente in Fondazione;
  • Il mancato inserimento degli allegati obbligatori impedisce la chiusura corretta della domanda.
  • Prima di procedere al caricamento degli allegati si consiglia di raccoglierli tutti in formato PDF in modo da velocizzare le operazioni di upload.

Una volta ultimata la compilazione della richiesta qual è la procedura da seguire per l’inoltro in Fondazione?

Dopo aver concluso la compilazione ed allegato la documentazione obbligatoria richiesta con il pulsante “Verifica Dati ed Invia”. Il sistema verificherà se la pratica è completa e se tutti i campi obbligatori sono stati compilati correttamente (la verifica di correttezza è naturalmente seguita esclusivamente sotto il profilo formale). Attraverso il pulsante “Invia Richiesta” la pratica verrà inviata e si riceverà una mail di conferma (Richiesta di contributo inviata correttamente).

L’iter di presentazione non è ancora completamente perfezionato. Per concludere la procedura occorre:

  • stampare il modulo;
  • sottoscriverlo a cura del Legale Rappresentante dell’Ente;
  • effettuare una scansione in formato PDF del modulo sottoscritto;
  • trasmettere il modulo PDF sottoscritto attraverso la procedura on-line cliccando sul pulsante "Esegui upload del modello scheda firmato". A questo punto si riceverà una seconda mail di conferma (Richiesta di contributo completata correttamente).

NB: Solo con quest’ultima operazione si considererà perfezionata la presentazione dell’istanza in Fondazione e la richiesta inizierà il suo percorso istruttorio.

La richiesta e gli allegati trasmessi on-line vanno presentati in Fondazione anche in formato cartaceo?

No, è richiesto solo l’inoltro on-line, in formato digitale.

È in ogni caso necessario che tutta la documentazione inerente la domanda, ivi compreso il modulo sottoscritto in originale dal Legale Rappresentante, sia conservata e mantenuta a disposizione presso la sede del soggetto richiedente.

Quando si applica la ritenuta IRES del 4%?

Una fonte di entrata per gli enti non profit è rappresentata dai contributi pubblici e privati, che generalmente sono erogati per realizzare uno specifico progetto, per acquistare un bene strumentale o semplicemente per finanziare l’attività sociale dell’ente. In relazione a tali contributi si pone il problema della loro imposizione fiscale, se siano soggetti a tassazione e in particolare se l’ente erogante debba o meno applicare la ritenuta alla fonte del 4% di cui all’art. 28, comma 2 del DPR. 600/73.

È indispensabile che l’Ente in sede di istanza di contributo precisi alla Fondazione, sotto la propria responsabilità, se il contributo eventualmente concesso debba o meno essere assoggettato a ritenuta alla fonte. Per tale dichiarazione si inviata a consultare il testo completo del DPR. 600/73.